Comunicato chiusura III BILA _Biennale internazionale del libro d’artista Treviso 2015_

Galleria

Questa galleria contiene 12 foto.

Il giorno 2 novembre si è conclusa,con grande interesse di pubblico addetto ai lavori e visitatori la Terza edizione BILA 2015. Inaugurata il 10 ottobre durante 11°Giornata AMACI del Contemporaneo Con il patrocinio della Regione Veneto, Provincia Treviso ,Comune di … Continua a leggere

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • Digg
  • Google Buzz
  • Blogger
  • Tumblr
  • Technorati
  • RSS
  • Email

Invito Mostra MailArt / Mazzamurelli -Elf Un Borgo per L’Arte

Dal Manzanarre a Rovere: un borgo per l’arte.Domenica 10 Agosto ore 18/20 Inaugura la mostra Internazionale di MailArt ,libri d’artista e FLUXUSBAG. Mostra con le regole vigenti nella MailArt.
Evento promosso da Associazione culturale Il Castello Presidente Luciana Bernardini in collaborazione con Ass.Cult Art Gallery Nabila Fluxus Presidente /curatrice Virginia Milici Con il patrocinio di: Parco naturale Velino Sirente, Provincia dell’Aquila,
Regione Abruzzo,Comune di Rocca di Mezzo, AISM.
Responsabile progetto e curatela in Loco
Cinzia Mastropaolo
Per ogni Informazioni contattare la Responsabile della Mostra
Cinziamastropaolo@gmail.com

MailArt sono arrivate da ogni parte del mondo .Grazie a Tutti i partecipanti.Un mio personale ringraziamento agli artisti che mi seguono in MailArt e con i Libri d’artista.Ricordo come da chiamata: Libri d’artista andranno a fare parte dell’archivio “NabilaFluxus” mentre scatole d’artista Fluxusbox e MailArt rimarranno di proprietà della Responsabile e curatrice del progetto Cinzia Mastropaolo .
ARTISTI PARTECIPANTI

Alessandro Ceccotto -Italia
Andreina Argiolas
Andreina Argiolas -Italia
Angela Caporaso -Italia
Angela Greco -Italia
Angelo Ingrasci -Italia
Angelo Riviello -Italia
Anja Mattila -Finland
Antonella Prota Giourleo -Italia
Antonella Sassanelli -Italia
Antonio Conte -Italia
Archivio Marco Pacli -Italia
BAU (ass culturale) -Italia
Beato Maestro del Provvisorio -Italia
Beatrice Mastrodonato -Italia
Benedetta Jandolo -Italia
Bruno Chiarlone Debenedetti -Italia
BynillanAsu -U.K.
Carma -Italia
Carmine Mangone -Italia
Cecilia Bossi -Italia
Danilo Artist -Italia
Danilo Micheletta (movimento artistico iosolismo) -Italia
De Zan Alex
Dodò Vitiello -Italia
Dorian Ribas Marinho -Brasile
Duontonno (grupo d’arte Maya Lopez Muro) -Argentina
E.O.N. Archives, Viareggio -Italia
Eleonora Picariello -Italia
Enzo Correnti -Italia
Ettore Le Donne -Italia
Eugenio Rattà -Italia
Francesco Cornelio -Italia
Fulgor Silvi -Italia
Giancarlo Pucci -Italia
Gianfranco Di Bernardini -Italia
Gianfranco Sergio – Italia
Giuseppe Scala -Italia
Gretel Fehr -Italia
Guido Capuano -Italia
Guido Capuano -Italia
Guroga Airlines -Venezuela
Ilaria Pergolesi – Itlaia
Ina Ripari -Italia
Italo Medda -Italia
Kathleen McHugh
Lamberto Caravita -Italia
Lancillotto Bellini -Italia
Lucia Longo -Italia
Lucilla Campioni -Italia
Mabi Col -Italia
Manuela Mazzini..-Italia
Marcella Muciarelli -Argentina
Maria Teresa Cazzaro -Italia
Mariagrazia Benvenuti -Italia
Mario Selloni -Italia
Massimo Concu -Italia
Maurizio Foliin -Italia
Mauro Rea -Italia
Maya Lopez Muro -Argentina
Miguel Zavarof -Normandia
Mimmo Domenico Di Caterino -Italia
Mr Ed Vamey
Natale Cuciniello -Italia
Oronozo Liuzzi -Italia
Paola Taffolon -Italia
Piero detto Il Cartaccia -Italia
Pierpaolo Limongelli -Italia
Renata Solimini -Italia
Renato Marini -Italia
Rino Telaro -Italia
Rosanna Veronesi -Italia
Ruggero Maggi -Italia
Sergio Angeli – Italia
Sonja Benskin Mesher -England
Susanne Cromwell -Denmark
Tiziana Baracchi -Italia
Tiziana Gissi -Italia
V.T.R.E (luoghi erranti.ning.com) -Italia
Valentina Benna Berionni -Italia
Vittorio Baroni -Italia
Walter Festuccia -Italia
Walter Pennacchi -Itali

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • Digg
  • Google Buzz
  • Blogger
  • Tumblr
  • Technorati
  • RSS
  • Email

Invito Mostra Personale ” I Colori Rispondono Ai Profumi ”

Ass.Culturale Art Gallery Museum NabilaFLuxus

Presenta

Mostra personale

Artista Franco Padovan

“I Colori Rispondono Ai Profumi”

Vernissage ,sabato 26 aprile 2014  ore 17

 

Museo Internazionale Del Vetro D’Arte E Delle Terme

Rustico di Villa Draghi Via E.Fermi,1

Montegrotto Terme (PD)

 

Introduzione a cura:

Dott. Giampietro Cudin  – Direttore Museo Internazionale del Vetro D’arte

 

Presentazione

Presidente Ass.Cult.Art Gallery Museum NabilaFluxus

Virginia Milici

Testi e introduzione critica

Dott. Valtero Curzi ( Filosofo critico d’Arte)

 

L’Arte di Franco Padovan,come intimo momento di disvelazione una rivelazione, una rievocazione, un ricordo eternamente familiare,attinge dalla realtà  vissuta che poi rappresenta sulla tela in una sorta di silenziosa sinfonia.

Franco Padovan Artista  ha un lungo percorso artistico nazionale ed internazionale,ottenendo affermazioni in rassegne e concorsi. Numerose le partecipazioni a collettive e personali, ottenendo successo di pubblico e critica. Le sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private in Italia e all’estero.

Virginia Milici

Padovan Franco- Arte come anamnesi

L’arte di Franco Padovan se è reminiscenza, cogliendo scorci di paesaggi rurali e immagini del passato, lo fa nella veste di anamnesi, ricordo anche del futuro. Ciò che è colto, nella forma colore e segno, diviene nella sua espressione data e proiettata, un’immagine, che è la rivisitazione in armonia fra il suo essere ricordo e desiderio di proiezione nel futuro, sempre però di aspetti vissuti. Anamnesi, quindi. I suoi sguardi sul “ricordare” sono posti nella dimensione di “apertura” per ciò che è nel divenire, come ciò che è stato prima vissuto. La sua arte è “sguardo” di un arcano sentire “poetico” dato alla pittura. Nella sua opera c’è armonia fra “impressionismo” colto e “l’espressionismo” dato dal sentire, sentimento di rivivere il passato anche nel suo divenire. Quasi che l’artista Franco Padovan voglia dipingere il reale vissuto e immaginato in una dimensione ideale già prima vissuta. Ecco perché la sua “realtà” è costantemente “dinamica”, evolutiva, evolvente su se stessa. E’ quel -Panta Rei- del “tutto scorre” di Eraclito, ed è come se quel Tutto che scorre sia già conosciuto nel sentimento dell’artista.

Dott. Valtero Curzi


Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • Digg
  • Google Buzz
  • Blogger
  • Tumblr
  • Technorati
  • RSS
  • Email

II°Biennale Internazionale Del Libro D’Artista Treviso ( Regione Veneto)


Comune di Morgano Assessorato alla cultura  Biblioteca comunale

 ASSOCIAZIONE CULTURALE ART GALLERY MUSEUM “NABILAFLUXUS”

 Organizzano  

2°Biennale Internazionale Del Libro  d’Artista Treviso Regione Veneto

La I° Biennale Internazionale del libro d’artista   Treviso (Regione Veneto) Nasce in assoluto da un idea della curatrice  Virginia Milici (Curatrice  e Presidente Ass.Cult.NabilaFluxus)

Testi Valtero Curzi Filosofo Critico D’Arte.

Dopo il  grande successo   riscosso nella I° Biennale a livello Regionale Nazionale ed Internazionale ,  Riproponiamo la Biennale fissando definitivamente  un appuntamento  nella Chiesa S.Antonio facendo così della  Splendida P.zza La Rotonda di Badoere  Morgano (TV) un centro culturale  di riferimento Internazionale e promozionale del Libro d’artista e Libro Oggetto. Riproponendo l’evento II° Biennale in Autunno si è stabilita la data  di Inaugurazione Sabato 5 ottobre al 22  Ottobre 2013

Obiettivo della Biennale è quello di  fissare un appuntamento importante per quanti si occupano del Libro d’Artista finalizzata a stimolare ed incentivare la ricerca nel’ ambito del libro d’artista. Ma anche, e soprattutto, creare un centro di documentazione che accompagni, completando , l’appuntamento biennale nella Città Treviso, allineandosi così alle altre città Italiane ed europee che da tempo danno visibilità a questa forma artistica con archivi , Biennali e mostre anche a tema.

Sede Espositiva  :Ex Chiesa di S. Antonio situata nella  storica ed architettonica Rotonda di Badoere–Morgano (Treviso)  Piazza Indipendenza 

Per informazioni  sulle selezioni richiedere il bando alla e-mail nabilafluxus@gmail.com

Brevi cenni sul Libro D’Artista

Il Libro d’Artista,  pur essendo cosa del nostro tempo, le cui radici sono rintracciabili nelle avanguardie storiche del primo Novecento. E’ il futurista Fortunato Depero a renderlo oggetto d’arte vero e proprio affermandosi così come espressione artistica. Il Libro d’artista volendo ricercare, ha alle  spalle una storia che si può fare risalire agli antichi benedettini.L’etichetta Libro d’Artista, utilizzata a partire dagli anni ’60. Nel tempo si è creata una vastissima e multiforme produzione che parte dai libri in calcografia fino ai libri-oggetto: il testo, inteso come possibilità di trasmissione del pensiero e del sapere, sparisce completamente, o quando appare è inteso solo come segno, svuotato di ogni valore simbolico. Essi fanno dunque parte di due realtà, di due differenti dimensioni: non più solo pagine stampate, ma al loro posto materie, forme, colori, immagini, segni. Libri d’artista, ovvero esemplari cartacei,  realizzati in cui un testo poetico si fonde alle immagini pittoriche, sono libri-oggetto, realizzati in esemplari unici, o talvolta in multipli limitati, non necessariamente su supporto cartaceo ma utilizzando anche altri materiali: terracotta, metallo, stoffa, plastica, legno, vetro ecc., per veicolare messaggi diversi rispetto a quelli tradizionalmente legati alle parole. Oggi molto usati sono Materiali di riciclo. Le misure possono andare dal più piccolo libro 1 cm x 1 cm a un peso massimo di 150Kg.

 

SCARICA IL BANDO :

Bando Regolamento scheda iscrizione Italiano

English

biennale inglese2013

Link utili di riferimento alla prima Biennale  :

http://biennalelibrodartistatreviso.blogspot.it/2011/10/vernissage-premiazione-1biennale.html

Articolo A cura  Del Prof.Paolo Tinti Bibliofilo

http://teca.patroneditore.com/artelibro/6051.html

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • Digg
  • Google Buzz
  • Blogger
  • Tumblr
  • Technorati
  • RSS
  • Email

MANIFESTO MOVIMENTO “IOSOLISMO”

Il 27 ottobre Al vernissage della Mostra 50×50 =50 Susy Norfini & Virgy Milici Artiste a Confronto nella Ex Chiesa S.Antonio Piazza La Rotonda Badoere di Morgano (TV) Italy
Alla Presenza del pubblico intervenuto Virgy Milici (Virginia) Ha ufficialmente annunciato Il Manifesto del Movimento “IOSOLISMO” di sua Idea con l’aiuto prezioso della Relazione Filosofica del Dr. Valtero Curzi. Il manifesto è stato Firmato da:
Virgy Milici (Artista e Ideatrice )
Dr.Valtero Curzi (Filosofo Poeta Critico D’Arte Relatore),
Susy Norfini (Artista Pittrice scultrice),
Paola Toffolon (Artista Pittrice),
Marisa Asola (Artista Pittrice)
Maria Conforti (Artista Pittrice Incisore Vetro)
Lara F. (Artista Fashion Designer, Pittrice ,Tatoo Scenografa)
Lucio Pintaldi (Artista Pittore),
Gentile Polo ( Artista Pittore )
Samanta Lai (Artista Pittrice)
Danilo Micheletto (Artista Pittore Scultore Fotografo)….

Valeria Gubbati (Artista Pittrice)

Marinella Imbalzano (Artista Pittrice Designer Gioielli)

Gianna Zuccato (Artista Pittrice Curatrice)

Carla Gallato (Artista Pittrice)

(lista in aggiornamento in base alle richieste di adesione)

“IOSOLISMO”
…Il pensiero manifestato in segno ,colore,materia ,parola= emozione dell’attimo sentito che attraversa,divenedo risorsa creativa e reattiva contro l’omologazione globale dell’arte a difesa dell’identità e della diversità .Pensiero narrante un quotidiano emotivo condiviso ma vissuto in completa solitudine emozionale .IO-SOL-ISMO (termine da me coniato) isola dalle tradizioni artistiche ,liberando e creando il nostro ignoto e lasciando spazio al proprio Io ed a un risultato finale che può sorprendere l’artista stesso. @Virgy Milici

IOSIMBOLO
Il termine Iosolismo non esiste nella lingua italiana, perché è una costruzione linguistica che accorpa in se 4 significati. L’Artista Virginia Milici ha coniato questo termine per definire una condizione di artista che vuole esprimersi e si esprime in una particolarissima condizione: l’Io nella sua solitudine espressiva che però ha necessità di definirsi nella dimensione olistica che lo contiene. E’ il rapporto duale Parte-Tutto. Il termine allora diviene parola simbolo e se è vero che non significano e non si interpretano, è però vero che i simboli agiscono. Ed il termine Iosolismo, inteso dall’artista Virginia Milici, propriamente non vuol solo definire, ma determinare attraverso la condivisione, ideologica prima e artistica poi. E come scrive il filosofo Vattimo: “ Ciò per cui un pensiero vale non è quello che esso dice, ma quello che lascia non detto, facendolo tuttavia venire in luce, richiamandolo in un modo che non è quello dell’enunciazione”. La parola composta è concetto il quale si affida allora alla dimensione simbolica per cogliere quei significati ulteriori che ogni simbolo porta con se. La parola-simbolo dell’Iosolismo non è definizione categorizzante sterile o per lo meno è superamento di questa, ma vuol essere piuttosto un orizzonte da definire in cui ci si determina in quel significato simbolico della parola. Il Movimento allora partendo da queste premesse vuole essere una dimensione espressiva che si affida a quegli artisti che vi vogliono agire per interpretarsi e interpretare il significato della loro arte, come momento individuale ( Io), nella loro indipendenza ( solo) , ma orientata alla totalità dell’arte ( olismo),e determinandosi in questo (ismo). L’Artista Virginia Milici con questo movimento intende costituirsi come spazio artistico espressivo che guarda al singolo per definirsi nella universalità. Se è vero che la Parte al fine naufraga nel Tutto, essa ha però il significato di senso del suo esprimersi.

27 ottobre 2012 Manifesto del Movimento artistico” IOSOLISMO”, definizione concettuale filosofica.
Il Dr.Valtero Curzi e La presentazione del Manifesto di Iosolismo di cui ha elaborato l’impianto teorici e filosofico dello stesso.

Iosolismo è un termine che non trova un significato nella lingua italiana, ma che ha in sé un valore semantico molteplice. E’ la sintesi e unione di 4 concetti importanti ed espressivi: Io, dimensione dell’io che nella psicanalisi è definita come il soggetto che ha una coscienza esistenziale. Sol, che deriva o rimanda al termine correlato di solo o soli. Olismo, dal greco e dal latino con lo stesso significato di “tutto”, nella complessità. Ismo, dal latino categorizzare, classificare, determinare in modo inequivocabilmente unico stato di definizione precisa e determinata.
I primi due termini, Io e sol, rimandano al valore semantico di uno stato in cui l’individualità è condizione essenziale, mentre gli altri due, olismo e ismo sono una condizione di complessità; olismo per la definizione sopra citata e ismo per il suo significato di categorizzazione. La contraddizione interna del termine, quando pone l’Io e il “solo (solitario) ” con l’olismo (dimensione del Tutto) e ismo come categorizzazione dei molti è solamente apparente, costituendo un’antinomia che non esclude la duale verità espressa. Infatti, la parte è tale se configurata in una dimensione totale, ma se posta nella sua perfetta identità è essa stessa un Tutto. Iosolismo è Parte e Tutto. Nell’arte, il movimento Iosolismo deve pertanto definirsi in un orizzonte di pensiero che tenga presente questa complessità di significati, e il manifesto che ne potrà uscire sarà orientato nell’espressività dell’artista, come individualità assoluta. Il manifesto determinerà l’orizzonte in cui ogni singola individualità vi si riconosce, senza però esserne determinato preventivamente. L’artista vi pone la sua creatività come messaggio emozionale emergente dal suo intimo stato inconscio, che esprime anche aspetti sconosciuti all’artista stesso. Il Manifesto dello Iosolismo non pone limiti all’espressività dell’artista, ma vuol solamente costituire uno spazio artistico in cui guardare e interpretare l’emozionalità che ogni artista porta con sé. L’Iosolismo allora diviene “poiesis”, fare, creare, agire, della coscienza individuale, la quale a sua volta, se è pur vero che agisce nel suo fare solitario, essa necessariamente deve rimandare il proprio stesso fare a una dimensione olistica. Egli, l’artista Iosolistico, esprimendosi nell’arte, esce da sé, per determinarsi, ma in questo espandersi emozionale ha necessità di uno spazio in cui poterlo fare, che non è solamente la propria coscienza, ma il contesto contingente in cui può agire. Non ha necessità di fissare nel “determinismo del detto” ciò che vuol dire, ma basta che lasci parlare la propria emozionalità e sensibilità nel “taciuto”. Solo in questa dimensione egli può veramente parlare, sentire e testimoniare quel che ogni linguaggio o parola non riesce a trasmettere. Egli allora parlerà per cose del proprio sentire, parlerà attraverso la propria “solitudine” artistica, (solo), la quale se parla o vuol parlare ha necessità di essere ascoltata, ecco allora l’olismo (Tutto) come dimensione celebrale che accoglie ogni “esprimersi”. L’Io nel suo esprimersi artistico, nel suo solitario (solo) esprimersi artistico, può farlo e determinarsi come “isola” nel mare magnum del taciuto espressivo. Egli allora emergerà come isola e sarà determinato da ciò che lo contiene, ma vedrà il limite che lo circoscrive come limite da superare e oltre il quale poter esercitare il proprio essere sé. Quel limite lo determina come entità solitaria e costituisce uno spazio in cui egli può espandersi per costituire sé. @Ogni diritto riservato Dott.Valtero Curzi

INFORMAZIONI :
Gli Artisti che si riconoscono nell’ideologia dell’ IOSOLISMO” possono richiedere di farne parte Firmando il manifesto e quindi aderire alle future iniziative eventi che verranno ideate in futuro.Il Manifesto sarà reso visibile e seguirà le varie iniziative organizzate dall’Ass.Cult.Art Gallery Museum “NabilaFluxus”.In questi casi gli Artisti potranno sottoscriverelo. Per Informazione inviare un e-mail: nabilafluxus@gmail.com
Oggetto : Iscrizione Iosolismo per Virginia

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • Digg
  • Google Buzz
  • Blogger
  • Tumblr
  • Technorati
  • RSS
  • Email