II Rassegna Internazionale “DI LIBRO IN LIBRO / l’essenza del libro d’artista”

a3-manifesto-2016-dilibroinlibro.pdf

La vernice, II Rassegna Internazionale Di Libro In Libro /L’essenza del libro d’artista si terrà alla presenza, dell’Assessore alla Cultura dott.ssa Chiara Politi e dott.ssa Sara Campaner, direttrice dei musei civici Sandonatesi.
Sabato in occasione della giornata mondiale del libro e dei diritti d’autore,dichiarata dall’UNESCO.

Ore 16 Opening
Ore 18 Vernissage

Comune di S.Dona’ Di Piave ( VE ) ,MUSEI CIVICI SAN DONATESI in collaborazione con
Ass.Cult. art Gallery Museum NabilaFluxus Curatrice Virginia Milici
Obiettivo della Rassegna, valorizzare e portare continuità alla precedente del 2015 . Con l’intenzione di far conoscere a un vasto pubblico il Libro d’artista nella sua vera “Essenza “di opera d’arte Contemporanea espressa in ogni sua forma e
tecnica . La rassegna vuole essere una ampia vetrina di prestigio e di promozione per Artisti
Nazionali ed internazionali.

Tutto il programma gli orari / La rassegna il titolo e sottotitolo
Di Libro In Libro – “l’essenza” del libro d’artista
L’artista è invitato a esprimere la propria arte sotto forma di libro d’artista-libro oggetto .
La mostra Vuole essere occasione di riflessione su cosa sia il libro d’artista, ricercandone appunto la vera “Essenza” e il ruolo assunto nella contemporaneità artistica attuale.
Attualmente sembra esserci molta confusione l’espressione “libro d’artista “ viene generalizzata
non volgiamo fare distinzioni ma restituire all’artista la libertà espressiva conquistata
_libro d’artista e Il libro-oggetto è opera d’arte che si ispira all’oggetto libro mantenendo le sembianze e che del libro non conservano le caratteristiche di leggibilità ,che nell’intenzione dell’artista sono opere d’arte.
Si tratta di opere in varie forme e materiali la dimensione testuale e sacrificata in funzione di quella oggettuale .

Opere d’arte in forma di libro, che di libro mantengono le caratteristiche,ma sono pensate ,disegnate ,scritte dall’artista con l’intenzione di produrre un oggetto d’arte .
Sono il risultato del pensiero creativo di un artista visivo che interviene in tutte le fasi del libro
intervento artistico testo fanno parte di un unico processo creativo .
non si ha una data esatta del libro d’artista può farci risalire ai costruttivisti ai futuristi e ai dadaisti e fluxsisti .La svolta culturale che ha prodotto il fenomeno libro d’artista è negli anni 60 è qui infatti che l’artista si sente libero di usare tutti i tipi di linguaggi espressivi a sua disposizione .La comparsa del libro d’artista coincide quindi con la perdita di specifiche tecniche artistiche tradizionali .Non si “ Fa” un libro d’artista – Si “Usa” Il libro come le parole ,il corpo dando vita al pensiero e al concetto dell’artista .
Il libro d’artista non ha quindi nulla a che vedere con l’artigianato artistico .
Curatrice Virginia Milici

Di libro in libro ” Essenza del libro d’artista ”

L’arte è esprimersi nell’emozione del sentire. Il libro d’artista è arte, attraverso un
oggetto di per se fondamentale: il libro, fonte di cultura e di espressione. Se
l’unicità e individualità è dimensione espressiva dei più, nella universalità, l’arte che
emerge è forma ampia e difforme di espressione. L’arte però è anche “momentaneo
sentire storico”, particolarità del momento. La diffusione e popolarità di sempre
nuove forme d’arte espressive permette a sempre più artisti di esprimersi in quelle
nuove forme d’arte, ma facendo questo immette sempre nuove interpretazioni sul
concetto base della corrente artistica. Il rischio è che si perda nel corso del tempo
l’Essenza del concetto di una forma specifica d’arte. La mostra in oggetto vuole
ritornare sull’essenza del libro d’artista per la massima espressività autentica, un
viaggio “Di libro in libro nell’Essenza del Libro d’artista”.

Dott.Valtero Curzi (Filosofo Critico D’arte)

Che cosa è un libro d’artista

Un genere ancora tutto da scoprire e da definire. Infatti è più semplice dire che cosa non deve essere un libro d’artista piuttosto che stabilirne la catalogazione. Quindi sappiamo che non deve essere un diario, che non deve essere un libro oggetto, che non deve essere una semplice opera riassuntiva dei propri umori viscerali e che la forma non deve per forza richiamare quella del libro. Quindi sarà un qualcosa da creare, inventarsi e poter ammirare. Buona creatività.
prof. Giancarlo Da Lio

Programma
Opening sabato 23 aprile ore 16.00
Vernissage sab.23 Aprile ore 18.00
in corrispondenza della giornata UNESCO dedicata al Libro e ai diritti d’autore .
Presentazione dibattito con i Critici Dott. Curzi Valtero e Prof.Giancarlo Da Lio.
Tema “Il libro d’artista quale futuro?”

A seguire
Performance dell’artista Tiziana Baracchi : Sintonia

Domenica 24 Ore 16.30
Presentazione e lettura di poesie
“Universo di Emozioni” ed. NabilaFluxus
Con l’Autore, Valtero Curzi

Finissage
domenica 8 Maggio
Ore 16.00
Presentazione del Libro
“PensArte la musica del colore”
Con l’autore, Michele Nicole’

Ore 17.00
” LA GUERRA NON E’… ”
Performance poetica di Paul Sark
Con Loredana Sandri e Paul Sark

Artisti:

Angela Marchionni ,Anna Maria Scocozza, Anna Boschi, Andreina Argiolas, Anita Cerpelloni, Barbara Cotignoli, Barbara Ortelli, Beatrice Landucci, Cali’ Marzia , Danilo Micheletto, Diana Isa Vallini, Elena Botari, Elena Frontero, Francesca Maggia, Françoise Buniazet ,Gentile Polo, Helena Gath, Horst Tress, Ivana Urso, Janis Nedela , Jaume Adabo, Lamberto Caravita, Lucia Biral, Maria Pujol, Mario Lagos, Maria Teresa Cazzaro, Maya Lopez Muro, Mauro Malafronte, Mire Le Fay, Nicoletta Bustreo, Paolo Aldi, Paul Sark, Peter Grant, PEXXY nay 131168, Roberta Spettoli, Rosella Quintini, Romeo Traversa, Sahra Bodmann, Silvia Macor , Sonja Benskin Mesher, Lucia Spagnuolo,Grupo Gralha Azul, Kara Carla Gallato,Lilian Pacheco, VirgyM.

Stati: Italia, Spagna, Francia,Germania, Cile, UK, USA, Australia, Brasile.

[modifica il testo]

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • Digg
  • Google Buzz
  • Blogger
  • Tumblr
  • Technorati
  • RSS
  • Email

Invito Mostra Personale ” I Colori Rispondono Ai Profumi ”

Ass.Culturale Art Gallery Museum NabilaFLuxus

Presenta

Mostra personale

Artista Franco Padovan

“I Colori Rispondono Ai Profumi”

Vernissage ,sabato 26 aprile 2014  ore 17

 

Museo Internazionale Del Vetro D’Arte E Delle Terme

Rustico di Villa Draghi Via E.Fermi,1

Montegrotto Terme (PD)

 

Introduzione a cura:

Dott. Giampietro Cudin  – Direttore Museo Internazionale del Vetro D’arte

 

Presentazione

Presidente Ass.Cult.Art Gallery Museum NabilaFluxus

Virginia Milici

Testi e introduzione critica

Dott. Valtero Curzi ( Filosofo critico d’Arte)

 

L’Arte di Franco Padovan,come intimo momento di disvelazione una rivelazione, una rievocazione, un ricordo eternamente familiare,attinge dalla realtà  vissuta che poi rappresenta sulla tela in una sorta di silenziosa sinfonia.

Franco Padovan Artista  ha un lungo percorso artistico nazionale ed internazionale,ottenendo affermazioni in rassegne e concorsi. Numerose le partecipazioni a collettive e personali, ottenendo successo di pubblico e critica. Le sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private in Italia e all’estero.

Virginia Milici

Padovan Franco- Arte come anamnesi

L’arte di Franco Padovan se è reminiscenza, cogliendo scorci di paesaggi rurali e immagini del passato, lo fa nella veste di anamnesi, ricordo anche del futuro. Ciò che è colto, nella forma colore e segno, diviene nella sua espressione data e proiettata, un’immagine, che è la rivisitazione in armonia fra il suo essere ricordo e desiderio di proiezione nel futuro, sempre però di aspetti vissuti. Anamnesi, quindi. I suoi sguardi sul “ricordare” sono posti nella dimensione di “apertura” per ciò che è nel divenire, come ciò che è stato prima vissuto. La sua arte è “sguardo” di un arcano sentire “poetico” dato alla pittura. Nella sua opera c’è armonia fra “impressionismo” colto e “l’espressionismo” dato dal sentire, sentimento di rivivere il passato anche nel suo divenire. Quasi che l’artista Franco Padovan voglia dipingere il reale vissuto e immaginato in una dimensione ideale già prima vissuta. Ecco perché la sua “realtà” è costantemente “dinamica”, evolutiva, evolvente su se stessa. E’ quel -Panta Rei- del “tutto scorre” di Eraclito, ed è come se quel Tutto che scorre sia già conosciuto nel sentimento dell’artista.

Dott. Valtero Curzi


Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • Digg
  • Google Buzz
  • Blogger
  • Tumblr
  • Technorati
  • RSS
  • Email

MANIFESTO MOVIMENTO “IOSOLISMO”

Il 27 ottobre Al vernissage della Mostra 50×50 =50 Susy Norfini & Virgy Milici Artiste a Confronto nella Ex Chiesa S.Antonio Piazza La Rotonda Badoere di Morgano (TV) Italy
Alla Presenza del pubblico intervenuto Virgy Milici (Virginia) Ha ufficialmente annunciato Il Manifesto del Movimento “IOSOLISMO” di sua Idea con l’aiuto prezioso della Relazione Filosofica del Dr. Valtero Curzi. Il manifesto è stato Firmato da:
Virgy Milici (Artista e Ideatrice )
Dr.Valtero Curzi (Filosofo Poeta Critico D’Arte Relatore),
Susy Norfini (Artista Pittrice scultrice),
Paola Toffolon (Artista Pittrice),
Marisa Asola (Artista Pittrice)
Maria Conforti (Artista Pittrice Incisore Vetro)
Lara F. (Artista Fashion Designer, Pittrice ,Tatoo Scenografa)
Lucio Pintaldi (Artista Pittore),
Gentile Polo ( Artista Pittore )
Samanta Lai (Artista Pittrice)
Danilo Micheletto (Artista Pittore Scultore Fotografo)….

Valeria Gubbati (Artista Pittrice)

Marinella Imbalzano (Artista Pittrice Designer Gioielli)

Gianna Zuccato (Artista Pittrice Curatrice)

Carla Gallato (Artista Pittrice)

(lista in aggiornamento in base alle richieste di adesione)

“IOSOLISMO”
…Il pensiero manifestato in segno ,colore,materia ,parola= emozione dell’attimo sentito che attraversa,divenedo risorsa creativa e reattiva contro l’omologazione globale dell’arte a difesa dell’identità e della diversità .Pensiero narrante un quotidiano emotivo condiviso ma vissuto in completa solitudine emozionale .IO-SOL-ISMO (termine da me coniato) isola dalle tradizioni artistiche ,liberando e creando il nostro ignoto e lasciando spazio al proprio Io ed a un risultato finale che può sorprendere l’artista stesso. @Virgy Milici

IOSIMBOLO
Il termine Iosolismo non esiste nella lingua italiana, perché è una costruzione linguistica che accorpa in se 4 significati. L’Artista Virginia Milici ha coniato questo termine per definire una condizione di artista che vuole esprimersi e si esprime in una particolarissima condizione: l’Io nella sua solitudine espressiva che però ha necessità di definirsi nella dimensione olistica che lo contiene. E’ il rapporto duale Parte-Tutto. Il termine allora diviene parola simbolo e se è vero che non significano e non si interpretano, è però vero che i simboli agiscono. Ed il termine Iosolismo, inteso dall’artista Virginia Milici, propriamente non vuol solo definire, ma determinare attraverso la condivisione, ideologica prima e artistica poi. E come scrive il filosofo Vattimo: “ Ciò per cui un pensiero vale non è quello che esso dice, ma quello che lascia non detto, facendolo tuttavia venire in luce, richiamandolo in un modo che non è quello dell’enunciazione”. La parola composta è concetto il quale si affida allora alla dimensione simbolica per cogliere quei significati ulteriori che ogni simbolo porta con se. La parola-simbolo dell’Iosolismo non è definizione categorizzante sterile o per lo meno è superamento di questa, ma vuol essere piuttosto un orizzonte da definire in cui ci si determina in quel significato simbolico della parola. Il Movimento allora partendo da queste premesse vuole essere una dimensione espressiva che si affida a quegli artisti che vi vogliono agire per interpretarsi e interpretare il significato della loro arte, come momento individuale ( Io), nella loro indipendenza ( solo) , ma orientata alla totalità dell’arte ( olismo),e determinandosi in questo (ismo). L’Artista Virginia Milici con questo movimento intende costituirsi come spazio artistico espressivo che guarda al singolo per definirsi nella universalità. Se è vero che la Parte al fine naufraga nel Tutto, essa ha però il significato di senso del suo esprimersi.

27 ottobre 2012 Manifesto del Movimento artistico” IOSOLISMO”, definizione concettuale filosofica.
Il Dr.Valtero Curzi e La presentazione del Manifesto di Iosolismo di cui ha elaborato l’impianto teorici e filosofico dello stesso.

Iosolismo è un termine che non trova un significato nella lingua italiana, ma che ha in sé un valore semantico molteplice. E’ la sintesi e unione di 4 concetti importanti ed espressivi: Io, dimensione dell’io che nella psicanalisi è definita come il soggetto che ha una coscienza esistenziale. Sol, che deriva o rimanda al termine correlato di solo o soli. Olismo, dal greco e dal latino con lo stesso significato di “tutto”, nella complessità. Ismo, dal latino categorizzare, classificare, determinare in modo inequivocabilmente unico stato di definizione precisa e determinata.
I primi due termini, Io e sol, rimandano al valore semantico di uno stato in cui l’individualità è condizione essenziale, mentre gli altri due, olismo e ismo sono una condizione di complessità; olismo per la definizione sopra citata e ismo per il suo significato di categorizzazione. La contraddizione interna del termine, quando pone l’Io e il “solo (solitario) ” con l’olismo (dimensione del Tutto) e ismo come categorizzazione dei molti è solamente apparente, costituendo un’antinomia che non esclude la duale verità espressa. Infatti, la parte è tale se configurata in una dimensione totale, ma se posta nella sua perfetta identità è essa stessa un Tutto. Iosolismo è Parte e Tutto. Nell’arte, il movimento Iosolismo deve pertanto definirsi in un orizzonte di pensiero che tenga presente questa complessità di significati, e il manifesto che ne potrà uscire sarà orientato nell’espressività dell’artista, come individualità assoluta. Il manifesto determinerà l’orizzonte in cui ogni singola individualità vi si riconosce, senza però esserne determinato preventivamente. L’artista vi pone la sua creatività come messaggio emozionale emergente dal suo intimo stato inconscio, che esprime anche aspetti sconosciuti all’artista stesso. Il Manifesto dello Iosolismo non pone limiti all’espressività dell’artista, ma vuol solamente costituire uno spazio artistico in cui guardare e interpretare l’emozionalità che ogni artista porta con sé. L’Iosolismo allora diviene “poiesis”, fare, creare, agire, della coscienza individuale, la quale a sua volta, se è pur vero che agisce nel suo fare solitario, essa necessariamente deve rimandare il proprio stesso fare a una dimensione olistica. Egli, l’artista Iosolistico, esprimendosi nell’arte, esce da sé, per determinarsi, ma in questo espandersi emozionale ha necessità di uno spazio in cui poterlo fare, che non è solamente la propria coscienza, ma il contesto contingente in cui può agire. Non ha necessità di fissare nel “determinismo del detto” ciò che vuol dire, ma basta che lasci parlare la propria emozionalità e sensibilità nel “taciuto”. Solo in questa dimensione egli può veramente parlare, sentire e testimoniare quel che ogni linguaggio o parola non riesce a trasmettere. Egli allora parlerà per cose del proprio sentire, parlerà attraverso la propria “solitudine” artistica, (solo), la quale se parla o vuol parlare ha necessità di essere ascoltata, ecco allora l’olismo (Tutto) come dimensione celebrale che accoglie ogni “esprimersi”. L’Io nel suo esprimersi artistico, nel suo solitario (solo) esprimersi artistico, può farlo e determinarsi come “isola” nel mare magnum del taciuto espressivo. Egli allora emergerà come isola e sarà determinato da ciò che lo contiene, ma vedrà il limite che lo circoscrive come limite da superare e oltre il quale poter esercitare il proprio essere sé. Quel limite lo determina come entità solitaria e costituisce uno spazio in cui egli può espandersi per costituire sé. @Ogni diritto riservato Dott.Valtero Curzi

INFORMAZIONI :
Gli Artisti che si riconoscono nell’ideologia dell’ IOSOLISMO” possono richiedere di farne parte Firmando il manifesto e quindi aderire alle future iniziative eventi che verranno ideate in futuro.Il Manifesto sarà reso visibile e seguirà le varie iniziative organizzate dall’Ass.Cult.Art Gallery Museum “NabilaFluxus”.In questi casi gli Artisti potranno sottoscriverelo. Per Informazione inviare un e-mail: nabilafluxus@gmail.com
Oggetto : Iscrizione Iosolismo per Virginia

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • Digg
  • Google Buzz
  • Blogger
  • Tumblr
  • Technorati
  • RSS
  • Email

Avviso : INTERVISTA

Comunicato Importante: A tutti gli artisti che richiedono l’Intervista comunico che le selezioni sono sospese in quanto i mesi sono già al completo per tutto Dic 2012 .Terremo cmq nel NS archivio le Bio e Curricul inviati dagli artisti . Visto il grande sucesso riscontrato dall’iniziativa ,il direttivo dell’associazione prenderà in considerazione la possibilità di ripeterla nel 2013. Grazie A tutti gli Artisti per la fiducia che ci avete dimostrato.Un mio ringraziamento particolare Al Critico D’Arte Filosofo Valtero Curzi ,per le interviste ,al Grafico e web master Patrik F per impaginazione e tenuta del nostro sito.Art Director ricerca e selezione Artisti Lara F.
Auguro a tutti Buone Vacanze da parte di tutto lo staff “NABILAFLUXUS”
Pres.Virginia Milici.
Presto sarà in linea l’Artista Del mese di Agosto ..a voi scoprire chi sarà e conoscerla/o

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • Digg
  • Google Buzz
  • Blogger
  • Tumblr
  • Technorati
  • RSS
  • Email